CONTORNO OCCHI: ISTRUZIONI PER L'USO

Pubblicato il 26 Novembre 2019

contorno occhi
Il contorno occhi è una delle aree del viso che tendono ad invecchiare più precocemente rispetto alle altre. L'invecchiamento è causato dalla fisiologia della pelle di questa zona, che si presenta particolarmente delicata e sollecitata continuamente dai movimenti oculari e dalle espressioni. In questa zona la pelle è molto sottile (circa 0.3mm) è quasi priva di peli e di ghiandole sebacee e sudoripare. Questi annessi cutanei che ci stanno un pochino antipatici fanno comunque la differenza e la loro mancanza lascia la pelle indifesa.
La struttura del derma è altrettanto delicata e priva di strumenti di difesa: infatti le fibre collagene ed elastiche sono poche, e la circolazione sanguigna e linfatica è rallentata. Possiamo ben immaginare cosa succede in queste condizioni: Rilassamento cutaneo e occhiaie! Il primo è dato dal rilassamento fisiologico delle fibre, e le seconde sono date invece da una circolazione particolarmente inefficiente.
Come possiamo intervenire su questa zona del viso? Intanto si possono individuare gli attivi che ci possono essere utili: sostanze idratanti e nutrienti come olio di mandorle, olio di borragine (l'elasticizzante per eccellenza che io uso molto nei miei prodotti), lo squalene e l'olio di germe di grano, l'olio di argan e l'olio di rosa mosqueta. Non esagerate con l'uso degli olii perchè se usati in eccesso nella zona oculare possono andare a irritare l'occhio. Evitate anche gli olii troppo pesanti: meglio usare quelli che si assorbono facilmente con un massaggio delicato e mirato.
Altri alleati contro la lotta alle rughe sono gli antiossidanti: vitamina C, vitamina E, omega 3 e polifenoli, ma già la scelta di un buon olio vegetale, possibilmente spremuto a freddo, ci salva perché negli olii sono già presenti polifenoli, omega 3 ecc... che portano avanti naturalmente la loro azione antiossidante. Non ho deliberatamente citato l'acido ialuronico e il collagene perchè per loro serve un articolo a parte, essendo due molecole controverse in campo cosmetico e, nel mio piccolo, non ritengo siano particolarmente efficaci nell'applicazione esterna, ma solo molto efficaci per il grande circo del marketing.
Cosa fare invece quando gli occhi sono stanchi e le borse sotto gli occhi si fanno più accentuate? Si può ricorrere agli idrolati e agli infusi lenitivi: il più semplice di tutti è l'infuso di camomilla, calmante e lenitivo per eccellenza (vostra madre non vi ha mai fatto gli impacchi con la camomilla per gli occhi arrossati?), l'acqua di amamelide (l'idrolato che io preferisco in assoluto) ideale per la sua azione astringente e tonificante, l'idrolato di fiordaliso e quello di fiori d'arancio entrambi rigeneranti e idratanti.
E per eliminare le occhiaie? Possiamo usare estratti vegetali di rusco o di centella asiatica, magari addizionati con un buon idrolato. Attenzione nell'uso degli estratti fai da te: spesso, o meglio sempre, contengono una frazione alcolica che potrebbe irritare gli occhi. Dosateli sempre con prudenza o ancora meglio affidatevi al farmacista o erborista.
Un accenno particolare va fatto sulla protezione solare: perché se la pelle del contorno occhi è la più delicata di tutto il viso pochissimi usano una protezione solare adeguata? Bisogna provvedere anche a questo, visto che uno dei fattori più importanti dell'invecchiamento cutaneo è il sole!
Infine fatevi insegnare dalla vostra estetista un massaggino delicato da eseguire durante l'applicazione dei prodotti per il contorno occhi, e ne trarrete sicuramente grande beneficio!

CONDIVIDI SU:



TORNA SU